Il tuo E-Commerce ed Amazon

Torna a Blog

Il tuo E-Commerce e Amazon

Chi apre un nuovo E-Commerce o chi vuole migliorare la propria attività on-line fa sempre i conti con… Amazon.

Sono molti i clienti che ci pongono domande su quale posizione adottare rispetto ai grandi canali di vendita di cui Amazon è certamente leader.

La nostra idea e posizione strategica di fronte al problema, rimane sempre quella di portare i nostri clienti ad avere un proprio E-Commerce.

Il centro ed il cuore pulsante del proprio business non può essere delegato a terzi

Per “E-Commerce” non si intende soltanto la piattaforma tecnologica (Es. Magento, VTEX, Shopify, Microsoft Commerce) ma anche gli altri servizi abilitanti per la vendita dei vostri prodotti on-line come ad esempio la logistica, packaging, customer care, sistemi di pagamento.

Omnichannel

Dunque un approccio Omnichannel che pone innanzitutto il proprio E-Commerce come perno principale e cuore dell’insieme di strumenti che portano alla vendita di un prodotto su canali digitali.

Il sistema ha dunque lo scopo di vendere e raggiungere questo risultato attraverso un’accurata strategia, profilazione del cliente e del proprio target per garantire una Customer Journey vincente ed a misura delle aspettative del vostro mercato.

Gli strumenti

Un sistema E-Commerce completo, complesso ed articolato, è composto da una piattaforma digitale di E-Commerce, un CRM, un sistema di Marketing Automation come Microsoft Dynamics Marketing o SalesForce Marketing per esempio, un sistema per pagamenti sicuri, un’integrazione con i principali social Network e chiaramente un’integrazione con i grandi Marketplace come Amazon.

Canali

Partendo dunque da quanto stiamo affermando, si capisce come Amazon debba essere trattato e gestito come un canale.

Un canale è un mezzo, un’opportunità che si aggiunge al centro prioritario di vendita che è rappresentato dal vostro e-commerce proprietario.

E’ di fondamentale importanza quindi fissare questo concetto: Il vostro Business deve essere nelle vostre mani e sotto il vostro controllo.

Consentire a canali esterni di prevalere sul cuore del vostro sistema di vendita, può essere rischioso in certi casi.

Poter compiere scelte di natura tecnologica, strategica, architetturale sulla vostra piattaforma è l’unico modo per garantirvi la possibilità di gestire il destino del vostro business.

Suggerimenti e considerazioni

Amazon, con la sua potenza quasi illimitata rappresenta certamente uno dei canali complementari più interessanti. Vediamo meglio alcuni aspetti da considerare, per poter convivere al meglio con Amazon.

  1. Individuare i prodotti del vostro catalogo che meritano di essere venduti su Amazon e quali, tra questi, ha senso gestire in modo diretto, quali attraverso Amazon Prime (ovvero logistica a carico di Amazon)
  2. In questi giorni di crisi covid-19, Amazon ha deciso secondo propri criteri quali articoli consegnare, quali accettare nei propri magazzini, ecc. Questo ha di fatto bloccato la gestione di beni fuori da questi criteri definiti in modo unilaterale. I Merchant che hanno affidato ad amazon in modo esclusivo il proprio business, anche quelli che potrebbero lavorare secondo quanto consentito dai decreti (dpcm marzo 2020), sono di fatto bloccati. Questo è un esempio di questi tempi ma è sufficiente a comprendere l’importanza dell’autonomia.
  3. Selezionare prodotti sui quali ci sono margini sufficienti per poter giustificare il prezzo finale in funzione delle alte commissioni richieste da Amazon, dei costi di spedizione e dei costi di marketing da affrontare per poter ottenere la giusta visibilità all’interno della piattaforma.
  4. Sebbene ci siano alcune categorie merceologiche per le quali i margini sono sempre molto alti, magari anche grazie a una catena di intermediari limitata (es. il produttore che vende il proprio articolo), per la maggior parte dei venditori è molto difficile ottenere un buon PVP (prezzo di vendita al pubblico) e restare competitivi pagando tutti gli oneri di Amazon. Il più delle volte, si finirà per ottenere un margine minimo, qualche volta si andrà persino sotto costo.
  5. Questo scenario, che per comodità abbiamo semplificato, evidenzia come sia difficile pensare ad un catalogo di prodotti interamente dedicato al canale Amazon.
  6. Da considerare che Amazon inoltre, mette il prodotto al centro della propria offerta e non il venditore. Aspetto che rende meno interessante vendere dei prodotti a margini minimi per migliorare la visibilità del proprio Brand Store oppure per aumentare la reputazione del vostro Store. Il più delle volte il vostro prodotto, viene messo a confronto in modo automatico con altri di prezzo inferiore/superiore e questa è la regola che guida, in primo luogo. Omettiamo il concetto di articolo consigliato e delle promozioni le quali hanno logiche diverse e che, comunque, incidono sul prodotto e non sul venditore.
  7. Il canale Amazon offre possibilità limitate per la gestione del cliente nelle fasi di post vendita (ad eccezione del supporto sul prodotto). Fare azioni di marketing mirate, prendersi cura del proprio cliente nel tempo, è difficile se non impossibile.

Queste considerazioni, che sono solo alcune tra le più immediate e di alto livello, portano ad una semplice conclusione

Il proprio Business deve restare sotto il proprio controllo. Il proprio E-Commerce, come centro vitale e motore del Business digitale (esisterà ancora un Business che non riguarderà aspetti digitali?) non si può delegare e disperdere.

Investire nella creazione di una piattaforma che resterà sempre sotto il proprio controllo è la base fondamentale su cui costruire aziende di vendita on-line.

Ogni canale, che verrà integrato, ha delle caratteristiche diverse ed ognuno di questi rappresenta un’opportunità aggiuntiva ma non esaustiva.

Strategia

La miglior strategia sarà orientata allo sfruttamento del miglior canale possibile per il prodotto specifico, per il servizio oggetto della vendita e per garantire al cliente finale un’esperienza lineare.

Fornire al momento giusto, il prodotto e servizio migliore, attraverso i propri canali ma, sempre, sotto il proprio controllo. Controlla la tua piattaforma, controlla il tuo business, segui e fidelizza il tuo cliente nel tempo.

Buona convivenza con i grandi canali e buon E-Commerce a tutti!

 

Condividi questo post

Torna a Blog